Sergio Solmi su Bazlen

Se dovessi riassumere, per conto mio, l’insegnamento vitale (di lui, che peraltro non teneva affatto ad essere un “maestro”), direi che esso sia in massima parte consistito nella continua rimozione e rimessa in causa di quelli che, di volta in volta, potevano apparirci come i nostri punti di arrivo: in un invito a mantenere, sempre, la massima apertura del compasso: magari anche a rischio di oltrepassare l’estremo circolo.

Sergio Solmi su Bazlen, nell’introduzione a “Lettere editoriali” (Adelphi, 1968)

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni/estratti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...