Roberto Bazlen su “Il demone meschino” di Fëdor Sologub

“Riletto due anni fa, a direi vent’anni dopo la prima lettura, ho avuto la sensazione di trovarmi davanti a uno dei libri più perfetti o almeno più vivi per me, di quell’immenso periodo che va dalla fine del secolo alla prima guerra mondiale e che, passato il periodo di latenza che segue a pochi anni la morte degli scrittori e la prima morte dei libri, sta per riaffiorare e nel quale i meno-di-trent’anni di oggi faranno scoperte emozionanti e troveranno le radici più vicine, e finora sconosciute, di tutti i loro motivi e di tutti i loro problematismi.”

Roberto Bazlen su “Il demone meschino” di Fëdor Sologub, 28 aprile 1954, tratto da “Lettere editoriali”, Adelphi Edizioni, 1968.

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni/estratti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...