Alexandre Postel, “Un uomo discreto”

“Ancora una parola, signor Presidente, sul mestiere di insegnante. Non dobbiamo avere paura delle parole: le relazione pedagogica è una relazione erotica – nel senso ampio del termine. Se così non fosse, da un bel pezzo le lezioni sarebbero tenute dai computer… La trasmissione del sapere, l’apprendimento, hanno una fonte comune: il desiderio; desiderio di sapere, certo, ma anche desiderio di piacere. Il professore ha un bisogno vitale di piacere al suo pubblico: altrimenti le sue lezioni verrebbero disertate, e la trasmissione cesserebbe. Un professore che non sa piacere è un impasto senza sale e senza lievito. E per quanto riguarda lo studente… senza il desiderio di piacere al suo maestro, il desiderio di imitarlo, il desiderio di superare gli altri, lo studente stagnerebbe nell’ozio e nell’indifferenza. Da questo incrocio di desideri possono a volte nascere situazioni ambigue che sarebbe troppo facile imputare alla perversione di uno dei due.”

Alexandre Postel, “Un uomo discreto” (Codice, 2014), trad. di Martina Cardelli.

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni/estratti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...