Cronotopi

Esistono rari frangenti nei quali l’esistenza imbocca un bivio. In letteratura qualcuno li chiama cronotopi, ma nella vita reale essi non hanno un nome, né sono immediatamente riconoscibili. In quegli istanti ci si sente inspiegabilmente impotenti e si fraintende questo blackout della Volontà per un giramento di testa o un prurito. È ciò che avvenne a Kees Popinga quando disse alla moglie “Mi chiedo se tutto è veramente a posto, a bordo dell’Ocean III”, o a Kurt Cobain quando nel 1989 si presentò a Courtney Love: entrambi si soffermarono su quei cronotopi senza poterne comprendere l’importanza, mentre il loro destino stava virava inesorabilmente verso l’inferno.

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Mauro Maraschi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...