Percival Everett, Ferito (KULT, 17 giugno 2009)

Terzo lavoro di Percival Everett pubblicato in Italia dalla Nutrimenti, Ferito non è un western. L’autore gioca gli stilemi del genere, ma il West è un ottimo pretesto per parlare d’altro. Ispirato alla storia di Matthew Shepard, giovane assassinato nel 1998 unicamente perché gay, e ambientato nel bigotto Wyoming, il romanzo narra di un cowboy lontano da stereotipi: nero, vedovo e tollerante, John Hunt è laureato in storia dell’arte, possiede un Klee originale e accudisce una cucciola di coyote con tre zampe salvata da morte certa. Accanto a lui, uno zio ex carcerato per omicidio e la vicina Morgan, sua spasimante. Ostile al mercato editoriale e agli accademismi, rispetto alle sue precedenti sperimentazioni Everett fa qui ricorso a un registro essenziale: dialoghi funzionali e interazioni fluide innescano così quel climax di sobria tensione che esploderà solo nella conclusione. Perché quando finisce il tempo per le parole, arriva quello per il sangue.

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...