Intervista a Veronica Tommasini (KULT, 1 dicembre 2010)

Tomassini_sangueUna storia d’amore che ha la forza attrattiva di un pugno in pieno faccia. Se infatti l’amore difficilmente redime, quando l’oggetto del desiderio è uno come Sławek, “semaforista” polacco, alcolizzato e infedele, allora il risultato è quello di una corsa truccata. “Non dovevo provarci, convengo”, ammette la protagonista di Sangue di cane, ventiduenne benestante che si lascia condurre in un girone infernale popolato da cirrotici, eroinomani e prostitute: “eroi capovolti” che vivono e muoiono di eccessi, proprio come Sławek, il figliol prodigo che nessuno riuscirà a strappare a un declino iniziato “troppo presto”. Un doppio esordio quello di Veronica Tomassini per la neonata Laurana, impreziosito da una scrittura colta e sanguigna.

Quanto c’è della tua fede cattolica nel tentativo della protagonista di amare Sławek?
Lei incontra il suo amore polacco a poco più di vent’anni, quando non ha ancora alcuna coscienza di un progetto superiore. La fede, per lei come per me, è stata un passaggio successivo, una rivelazione in parte scaturita da un’esperienza straordinaria.

Cosa succede allora nella mente di un uomo quando la passione per l’alcol degenera nell’autodistruzione?
É una disfatta, ovvio, soprattutto per chi si ostinerà ad amarlo, quell’alcolista.

È possibile incontrare ancora personaggi alla deriva come Sławek, Marcin e gli altri?
Sì. Ancora oggi muoiono di assideramento nelle grotte, oppure stesi su una panca del parco, con il fegato in briciole. Sì, succede ancora.

Pensi che nel tuo prossimo romanzo darai una chance ai tuoi “proscritti”?
Bella domanda.

Come vedi Sangue di cane su un iPad?
No, l’ipad no. A me piace odorare le pagine dei libri.

Di Sangue di cane si sta parlando tanto e bene, ma è presto per sbilanciarsi: permetteresti al successo di cambiare il tuo tenore di vita?
Magari, gli permetterei di rendermi felice.

A parte la narrativa e il giornalismo, cosa c’è nella tua vita di tutti i giorni?
Mio figlio, il primo amore.

Annunci

Informazioni su Mauro Maraschi

Editor
Questa voce è stata pubblicata in Interviste e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...